Art Blog by Loredana De Simone

Sentirsi a casa (Marthe Lucie Bibesco)

Princess Bibesco

La Principessa Marthe Lucie Bibesco, Giovanni Boldini (1911).

Se non ci è dato scegliere dove nascere, possiamo scegliere dove andare. Dove costruire la nostra storia, dove svegliarci ogni mattina, dove sentirci a casa. E se è vero che la casa non è solo un luogo ma è lì dove ti senti al sicuro, allora scegliere dove avere una casa è un diritto di tutti.

Se questo è vero, è anche vero che abbiamo la possibilità di avere un futuro, di costruirlo e plasmarlo consapevoli che la libertà è di tutti, che è un diritto e non una pretesa. E che non è il caso di stare in silenzio se le nostre possibilità, se la nostra libertà vengono trafitte, non parlo di colpi figurativi. E va bene pregare, aldilà di una religione, aldilà della fede perché pregare è come il pensiero nella filosofia, è un atto istintivo e senza un destinatario preciso.

Se anche tutto questo non fosse vero, se ci avessero raccontato bugie sulla libertà, possiamo sempre lottare per quell’angolo di mondo dove abbiamo lasciato un pezzo del nostro cuore, lottare per tornare a riprenderlo o per avere la possibilità di trovarlo quel luogo, se ancora non lo abbiamo fatto. Lottare giustamente contro l’ingiustizia.

 – La Principessa Bibesco scelse di vivere sull’ Ile de Saint Louis, al 45 di Quai Bourbon. Io non vedo l’ora di ritornare su quest’isola che ho lasciato sotto la pioggia esattamente un mese fa. Mai in nessun luogo mi sono sentita così, a casa. –

You Might Also Like

Leave a Reply